DIRITTI DELLA NATURA ED EDUCAZIONALI

 

NELLA PROSPETTIVA DI PAULO FREIRE


A partire dal 2021 e per primo in Italia, il CEDEUAM di UniSalento, insieme all'Istituto Paulo Freire Italia, promuove giornate di divulgazione scientifica e di scambio di esperienze su diritti educazionali e diritti della natura nella prospetttiva della pedagogia emancipatoria di Paulo Freire. 

Lo scopo è quello di discutere, sul piano teorico ed esperienziale, il tema dell'emancipazione, come esseri umani, dall’ignoranza sui problemi planetari, che sono ormai di sopravvivenza della specie dentro il sistema terrestre. Per questo, l'approccio di studio e discussione è collegato alla prospettiva pedagogica di Paulo Freire, che, com’è noto, si fonda sulla lotta all’oppressione cognitiva ed epistemica.

Tutti noi abbiamo il diritto a conoscere che cos’è la natura e come essa funzioni nel consentirci di sopravvivere. Non si tratta di un apprendimento scientifico, ma di una vera e propria alfabetizzazione sulla condizione umana nella sua connessione biofisica col pianeta, alfabetizzazione totalmente trascurata da un sistema istituzionale e giuridico, che assume ambiente e natura come nozioni disciplinari manipolabili in funzione degli interessi umani. Questa ignoranza socialmente riprodotta è alla base di tutti i limiti degli attuali sistemi di protezione ambientale. Del resto, se questi sistemi avessero davvero assunto come obiettivo la condizione di sopravvivenza di tutte le forme di vita, non ci troveremmo nell’attuale situazione di deficit ecologico del pianeta, di estinzione di massa e di guerra energetica.


Il CEDEUAM organizza la prima Summer School italiana su "Diritti della natura e diritti educazionali"


Il CEDEUAM partecipa alle "Freire Conference", evento mondiale periodico di confronto